Cosa sono le onde d’urto?

Da un punto di vista fisico le onde d’urto sono definite come onde acustiche ad alta energia che hanno un effetto antinfiammatorio e analgesico sui tessuti molli.

L’onda è generata da un elettrodo che produce una scarica elettrica in una camera contenente liquido e trasmessa mediante una membrana (testa di terapia) che, posta a contatto con la cute, permette la trasmissione delle onde d’urto in profondità.

La terapia con onde d’urto extracorporee consiste in un trattamento non invasivo ed estremamente efficace, con un effetto antinfiammatorio ed analgesico sui tessuti.

In cosa consiste la terapia con le onde d’urto focalizzate?

La terapia con onde d’urto extracorporee – chiamata anche ESWT (Extracorporeal Shock Wave Terapy) – consiste in un trattamento non invasivo ed estremamente efficace, con un effetto antinfiammatorio ed analgesico sui tessuti.

Il trattamento viene effettuato da un medico che – con l’utilizzo di un macchinario specifico – eroga onde d’urto, le quali, attraverso il gel ecografico, penetrano dei tessuti danneggiati.

Il numero dei trattamenti sarà stabilito dal medico specialista in base alla gravità della patologia e alla risposta specifica di ogni soggetto al trattamento.

Il protocollo standard prevede un ciclo di 3 sedute (1 trattamento a settimana della durata di 3 minuti) e gli effetti benefici della terapia a onde d’urto sono variabilmente riscontrabili già dopo la prima seduta, in particolare però è dopo circa 3 settimane dall’ultimo trattamento che la terapia entra nella fase rigenerativa portando con sé gli effetti positivi principali della cura.

In ambito dermatologico vengono effettuati più trattamenti a seconda della patologia.

Le onde d’urto presentano delle controindicazioni relative e assolute, è pertanto importante, prima di eseguire il trattamento, effettuare una visita specialistica per capirne la reale fattibilità.

Modalità di trattamento:

La terapia deve essere effettuata da un medico specialista e dura generalmente pochi minuti.

Quali sono gli step? Vediamoli insieme:

  1. Durante la visita medica, il paziente viene fatto sedere o distendere sul lettino e si procede con un’ecografia di controllo per valutare lo stato infiammatorio e il grado della lesione. Si consiglia di portare tutta la documentazione a disposizione sull’area da trattare come lastre o ecografie precedentemente eseguite.
  2. Sulla parte anatomica da trattare viene appoggiata la membrana della testa di terapia, sulla quale è stato applicato il gel per ultrasuoni.
  3. La membrana, a contatto con la cute, permette la trasmissione delle onde d’urto per la cura della patologia.
  4. Terminato il trattamento si possono riprendere le normali attività come guidare e camminare.
  5. Gli effetti dati dal trattamento si manifestano nella riduzione della sintomatologia dolorosa e in una buona ripresa funzionale.

Indicazioni Terapeutiche:

Attraverso le onde d’urto extracorporee è possibile trattare a livello ambulatoriale patologie in ambito ortopedico, dermatologico e della medicina estetica.

Tra le patologie trattabili in ambito ambulatoriale con le onde d’urto extracorporee si includono:

  • Tendinopatia inserzionali
  • Tendiniti alla spalla
  • Tendinosi calcifica della spalla
  • Tendinopatia inserzionale calcifica dell’achilleo
  • Tendinite del gran trocantere
  • Epicondilite (gomito del tennista, gomito del golfista)
  • Fascite plantare
  • Sperone sottocalcaneale e retrocalcaneale
  • Achillodinia
  • Sindrome della cuffia dei rotatori
  • Sindrome dell’apice rotuleo (tendinopatia inserzionale del rotuleo)
  • Borsite trocanterica
  • Ritardo di consolidazione e pseudoartrosi in postumi di frattura
  • Pubalgia
  • Induratio penis plastica
  • Disfunzione erettile
  • Ulcere
  • Piaghe da decubito
  • Piede diabetico
  • Cellulite
  • Cicatrici

HAI QUALCHE DUBBIO? VORRESTI PRENOTARE LA PRIMA VISITA?

Scrivici o chiamaci per fissare un appuntamento!